Laura Boerci, writer, theatrical author and painter

Ci sono storie che sembrano fatte apposta per darci forza, per insegnarci l’importanza di non arrendersi mai e di rendere onore alla vita.
Una di queste storie è per me quella di Laura Boerci.
Laura è affetta sin dalla nascita dalla SMA, Atrofia Muscolare Spinale.
E qua ci dobbiamo subito fermare, dobbiamo evitare di fare facce di circostanza, dobbiamo evitare di abbassare lo sguardo, di dimostrarci compassionevoli e di pensare o peggio dire: “Poverina!”.
No, Laura è lontana da tutto questo. E te lo dice con queste parole: “Io non posso tutti i giorni stare a preoccuparmi della SMA perché se non non farei nient’altro. Perciò me la tengo e faccio tutto il resto”.
Tutto il resto non è poco: laureata in Scienze Politiche con indirizzo sociologico, è autrice (ha scritto 17 commedie) e regista teatrale (ha fondato la Compagnia Legamani), gestisce il circolo culturale Mi-Rò, è Assessore presso il Comune di Zibido San Giacomo e dal 2012 collabora con la trasmissione di Antonio Ricci Striscia la Notizia.
Non solo. Laura ha scritto tre romanzi: “L’aura di tutti i giorni”, “I colori del buio” e “Un sogno vero”.
E poi dipinge. Quadri bellissimi che con i loro colori raccontano del suo amore profondo per la vita e ci ricordano una cosa profondamente vera: “La fantasia ti rende libera, ti dà la possibilità di fare le cose che fisicamente non puoi fare.”
Fa tutte queste cose usando la bocca, perché la malattia le impedisce l’uso delle mani.
Aggiungo una nota personale: Laura è molto bella. Femminile. Si prende cura di sé nel senso più vero e profondo. Si racconta con un sorriso che le illumina il viso. E a me le persone che sorridono piacciono moltissimo, perché oggi è sempre più difficile incontrarne.
Ma per quanto a volte la vita ci presenti sfide difficili e dolorose, per quanto a volte siano tortuose ed impervie le strade che dobbiamo percorrere, per quanto a volte il dolore e la malattia sembrino volerci togliere ogni forza e speranza – noi non dobbiamo mai dimenticarci di donare un sorriso. E di sorridere alla vita.

Ed è questa la lezione che io ho imparato da Laura Boerci.

©Maria Cristina Codecasa Conti

(english translation in the footer)

 

http://www.lauraboerci.com/
http://www.lauraboerci.com/2/colori.html
http://www.lauraboerci.com/2/teatro.html

http://www.circolo-mi-ro.it/?page=circolo

 

 

 

001 002 003 004 005 006 007 008 009

There are stories that seem to be made to strengthen us, to teach us the importance of never giving up and to pay tribute to life.
The story of Laura Boerci is one of them.
Laura is suffering from birth by SMA, Spinal Muscular Atrophy.
And here we must stop immediately, we need to avoid from making faces of circumstance, we must avoid from glance down, from showing compassion and thinking or worse to say, “Poor girl!”.
No, Laura is far away from all this. And she tells you with these words: “I can not stay worrying all day about SMA because if you do that you don’t do anything else. So I’ll keep it and I do all the rest.”
The rest is not a little: she is graduated in Political Science with sociological orientation, author (she wrote 17 comedies) and theater director (she founded the Legamani acting company), she manages the cultural circle Mi-Ro, she is Council Member for the City of Zibido San Giacomo and from 2012 she collaborated with the TV italian program Striscia la Notizia.
Not only. Laura has written three novels: “The Aura of every day”, “The Colors of the Dark” and “A true dream.”
And then she paints. Beautiful paintings that, with their colors, tell us about her deep love for life and remind us of something profoundly true: “The imagination makes you free, giving you the chance to do the things that physically you can not do.”
She does all these things using her mouth, because the disease prevents the use of her hands.
I add a personal note: Laura is beautiful. Female. She takes care of herself in the truest and deep sense. She speak about herself with a smile that lights up her face. And I like people who smile a lot, because today it is increasingly difficult to encounter.
But even if sometimes life presents us difficult and painful challenges, even if sometimes we must walk winding and steep roads, even if sometimes the pain and sickness seem to take off strength and hope – we must never forget to give a smile. And smile at life.

And this is the lesson that I learned from Laura Boerci.

©Maria Cristina Codecasa Conti

http://www.lauraboerci.com/
http://www.lauraboerci.com/2/colori.html
http://www.lauraboerci.com/2/teatro.html

http://www.circolo-mi-ro.it/?page=circolo

 

Annunci