Francesca Avanzo, football player (1984)

Questa è solo apparentemente una piccola storia.
La storia parla di una ragazza, Francesca Avanzo, di Belluno – Italia.
Francesca ha 29 anni e lavora come educatrice a Villa San Francesco, un ente che aiuta i ragazzi meno fortunati. Ha una passione: il calcio. E’ una calciatrice professionista a livello amatoriale, gioca in serie C con la Dynamo Vellai, un team femminile della sua zona, che disputa il campionato Figc.
Nel 2013 ha chiesto al Csi – Centro sportivo italiano l’accesso alle squadre maschili di calcio della sua categoria come giocatrice donna.
I consigli dei comitati Csi di Beluno e Feltre, nella seduta che si è svolta nel luglio 2013 nella sezione locale, hanno deciso per una modifica al regolamento aprendo la partecipazione al campionato anche alle donne ed infrangendo il tabù maschilista del calcio italiano.
Francesca Avanzo è diventata quindi la prima donna nella storia del calcio italiano che giocherà in un campionato maschile. Potrà scendere in campo in una squadra composta interamente da maschi.
Questa è una rivoluzione destinata per ora a restare solo a livello amatoriale: difficile pensare che la Figc possa seguire le orme del Centro Sportivo Italiano. Ma ha un significato grandissimo che non riguarda solo i regolamenti, decisamente maschilisti, di uno sport come il calcio.
Riguarda la tenacia e la determinazione di una ragazza che chiede di giocare ad armi pari con gli uomini. Dovremmo quindi ricordarci di Francesca e del suo esempio nei nostri quotidiani giochi di squadra con il mondo maschile. Senza vittimismi.
Per la cronaca: Francesca Avanzo ha esordito come giocatrice donna in una squadra maschile (la Stella Azzurra Facen) il 14 settembre 2013. A Cesiomaggiore, nella prima giornata del campionato Csi di Belluno e Feltre.

Hanno vinto 2-1.

http://video.ilmattino.it/index.jsp?videoId=13621&idSezione=6

©Maria Cristina Codecasa Conti

(english translation in the footer)

image. 20130921_c2_calciatrice

This is apparently a little story.
The story is about a girl, Francesca Avanzo, from Belluno – Italy.
Francesca is 29 years old and works as an educator at Villa San Francesco, an organization that helps the less fortunate children. She has a passion: football. She an amateur player and plays in Serie C with the female team Dynamo Vellai, which competed in the championship FIGC.
In 2013 she asked the CIS (the Italian Sports Centre) the access to men’s teams in football as a female player.
The council of CSI Belluno and Feltre, in the meeting which was held in July 2013 in the local section, decided for a change to the regulation, opening up the participation in the championship to women and violating the taboo of the male-dominated Italian football.
In this way, Francesca has became the first woman in the history of Italian football who will play in a men’s championship. She will take the field with a team composed entirely of males.
This is a revolution destined in this moment to remain only at amateur level: it is hard to believe that the FIGC will follow the example of the Italian Sports Centre. But it has a great significance which not only affects the football regulations, decidedly sexist.
It’s about the tenacity and determination of a girl who asks to play on an equal footing with men. We should therefore remember to Francesca and her example in our daily team games with the male world. Without victimization.
For the record: Francesca Avanzo started out as a female player in a male team (Stella Azzurra Facen) September 14, 2013. In Cesiomaggiore, the first day of the championship Csi of Belluno and Feltre.
They won 2-1.

http://video.ilmattino.it/index.jsp?videoId=13621&idSezione=6

©Maria Cristina Codecasa Conti

Annunci